LOGIN

Iscriviti per inserire eventi, foto, video



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Resoconti blues d'autunno
Scritto da Blues Club 356   
Giovedì 02 Novembre 2017 17:09

Nothing to do, nowhere to go è l’immortale versetto che apre I Wanna Be Sedated dei Ramones, e riassume piuttosto bene il mood degli ultimi mesi, umidi e zanzarosi.

Non c’è molto da segnalare sul radar, a parte la data udinese della J.B.B. alla Tana Del Luppolo, lo sclerofonico turboblues dell’ispido bardo Fabrizio Citossi, che ha illuminato la notte del Birrificio Agricolo Primo Campo di Aiello (bucolica location che tempo fa ha ospitato i Canti di accompagnamento al terzo millennio con i Rive No Tocje di Citossi-Polente e i Trastolons… ovvero Guido Carrara, Stiefin Morat, Fabian Riz e Lussia di Uanis, tuttora vispi e attivi) e il GLB Sound Jazz Festival, tenutosi a Villa Dora di San Giorgio di Nogaro a cura dell’Associazione Musicale Demetrio Stratos (1-3/9): degna di nota la giornata del 3 settembre, col chitarrista fingerstyle Loris Venier, i Simply The Blues from Lignano e Bobby Shy & The Killers, che spaziano tra il tex-mex, il rock&roll e lo swing blues (nella formazione dei Killers alcuni nomi noti: Simone Mosanghini-drums, Andrea Tavian-bass, Luciano Monaro-guitar, Bobby Taverna-guitar e Michele Mad Blues Codutti-harp&vocals).

 

Il solito maltempo ha invece fatto saltare l’atteso show all’Acli Bar di Ronchi della Blues Legacy di Luciano Gherghetta, all-star band che comprende i veterani Luca Dell’Aquila-bass, Angelo Chiocca-sax, Federico Spanghero-guitar e Massimo Bertagna, ex drummer della storica Model-T Boogie. In attesa della data di recupero, diamo un modesto consiglio a chi di dovere: chiamate a suonare questi vecchi leoni, prima che si ritirino a vita privata! Nel mentre, consoliamoci con qualche disco vintage (tipo East-West, Super Session, Taste, Double Dose, The Progressive Blues Experiment ecc) o i preziosi documentari di Rai 5.

Almeno fino al 20 OTTOBRE, si capisce, col ritorno al Mulinâr della Tolo Marton Band. Lasciamo la parola alla rinomata House Of Blues di Villalta di Fagagna:

 

Quando iniziammo nel 2013, fu subito successo, non solo per ragioni musicali, ma anche di interesse verso la storia del blues e il significato che questo genere ha avuto ed ha nella società. Grandi musicisti si sono alternati sul palco, e proprio la scelta coraggiosa e di qualità è stata vincente. Il pubblico della Casa del Blues è quello dei club di New Orleans o del Greenwich Village di New York, ovvero luoghi raccolti in cui il pubblico vive la musica del diavolo a stretto contatto con i musicisti. Anche quest’anno abbiamo voluto iniziare alla grande, invitando uno dei più importanti chitarristi blues al mondo, carico di esperienza e collaborazioni ormai leggendarie”.

Che dire ancora di Tolo? È uno nato con la chitarra in mano (il che sarebbe un parto difficile da gestire anche per i medici di E.R.), non ‘solo’ un bluesman ma un solista dal tocco inimitabile che armonizza il gemito elettrico di Muddy Waters & Hendrix con la durezza del classic rock, addolcito da influenze jazz e country-blues, e che passa con disinvoltura dallo slide più lancinante al delicato carillon western di Ennio Morricone. Molto godibili anche le altre date della rassegna House Of Blues:

Il 27 OTTOBRE Nando Blues Band, nata 25 anni fa come band di rock-blues demenziale e ballabile, e capitanata da G.G.King (!)

Il 3 NOVEMBRE la inossidabile NEW D.K. Blues Band di Oriano Ferini, Claudio Cojaniz, Edy Cappelletto e Francesco De Marco, direttamente dai 60’s: i precursori.

Il 10 NOVEMBRE Lady Barbara Errico & Short Sleepers Blues Band, arricchiti dall’hammond di Mauro Costantini e dall’armonica di Gianni Massarutto: una garanzia di qualità.

Il 17 NOVEMBRE gran finale con l’inedito Jokers Trio di Jimi Barbiani, uno dei migliori chitarristi slide rock-blues del mondo che dialoga con Pietro Taucher-kbs e Alex Mansutti-drums, un trio d’assi per una sicura mano vincente: when Blues meets Jazz.

***

Altre news in bacheca

 

I Colli Orientali sono tornati alla ribalta a partire dal 24 al 29 ottobre a Cormons e dintorni, per il glorioso ventennale di Jazz&Wine of Peace; in coda agli eventi principali (v. Controtempo.org) la rassegna Round Midnight nei locali Jazz&Wine Le Bar, Enoteca di Cormons e Osteria In Taberna.

In evidenza i concerti della Taberna offerti dalla premiata ditta Stefy&Marie, di cui un paio in collaborazione col Blues Club 356 di Corno di Rosazzo:

25 OTTOBRE Organ Trio di Flavio Paludetti & his magic guitar, con Rudy Fantin-kbs e Cristian Cecchetto-drums: mirabili fusori di jazz, funky & blues, di nuovo a grande richiesta, dopo la precedente data tabernicola assieme ai MMB.

26 OTTOBRE Ray’s Trio, standards jazz&bossa feat. il Dr.Moreale al double bass (nell’82 era il bassista della Band X del Capitano Pit Ryan: corsi e ricorsi dei Colli!)

27 OTTOBRE Moon Bay, che a giudicare dalla foto in cui maneggiano intriganti gadgets come sitar, didjeridoo e tabla, si ispirano ai raga classici indiani e al folklore aborigeno australe.

28 OTTOBRE Spanghero Blues Band, una delle migliori house-bands della Taberna, formazione aperta in stile Mayall-Korner che ruota attorno alla ruvida chitarra di Federico Spanghero (gtr+vocals). Con lui, alcuni amici e veterani della scena: Peter Sammons-guitar&vocals, Daniele Gigante-bass e l’affascinante drummer Albertine Laura Greco. Come ospite Simon Blondeau (acid harp), membro del duo Simon Acoustic Blues con L. Fonda.

N.B. È in via di definizione la tradizionale Blues Jam di Natale in Taberna… stay tuned!

***

Ci hanno lasciato Luciano Lunazzi, pittore psichedelico ben noto nell’underground friulano (4/10/2017) e Pierluigi Cappello, poeta famoso a livello nazionale(1/10/2017). E l’anno scorso pure Raff BB Lazzara. Come disse Moravia al funerale di Pasolini, di poeti non ce ne sono tanti nel mondo, ne nascono solo tre o quattro in un secolo.

***

Il 7/10 si è svolto l’8° edizione del Raduno Nazionale Blues Made in Italy a Cerea-VR, ma quest’anno nessun bluesman o gruppo regionale è stato invitato… urge rimediare (bluesmadeinitaly.com).

***

Il 20/10 Blues & Guinness al Black Stuff di Udine col Faidutti-Malusà Duo (costola unplugged dei Blues Cash, in cui militano anche Marzio Tomada-double bass/vocals e Andrea Fontana-drums): grandi classici della tradizione americana riproposti in chiave acustica, da Muddy Waters al R’n’R.

***

Il 21/10 Anthony & The Crossfire alla Tana del Luppolo e Harp Night da Bobe’s-The Getaway – Aviano (PN) con Paolo Mizzau & the Doctor Love Band with Riccardo Grosso & Willy Mazzer. É in uscita un DVD live della Doc Love Band, registrato in Francia: altra data il 27/10 presso l’Asilo Vecio a San Vito di Cadore, nella rassegna Club56 LiveMusic&Atmosphere organizzata da SanVito Blues&Soul).

***

È uscito (per ora solo in versione “promo”) il ferruginoso CD live dei Mad Men Blues di Pit Ryan The Last Night of a Punk Blues Band, 17 pezzi registrati il 1° settembre al Birrificio Campestre di Corno (il 20/10 ha ospitato la storica band goriziana Flexy Gang live: ska, R’n’R & swingbilly con ben 10 dischi all’attivo; Live, live, live è del 2016).

***

Simone Serafini sarà in tour dal 26/10 al 19/11 col chitarrista e cantante Leroy Emmanuel, International Soul Brother forgiato nella mitica fucina Motown di Detroit; la prima data del tour a Vicenza è da tempo sold-out!

***

ll 3/11 Organ Trio di Flavio Paludetti live Da Caucigh (UD).

***

Sfumature di donna… in Blues è lo spettacolo di Barbara Errico & SSBB con la voce recitante di Bettina Carniato “…che si intreccia tra le note della musica blues e i racconti che rappresentano le varie sfumature dell’universo femminile, tra il serio e l’ironico” (Alla Casaccia di Faedis il 28/10, a Codroipo il 7/12).

Altra data per la S.S.B.B. il 15/12 Da Caucigh.

***

Claudio Cojaniz, espatriato in Magna Grecia, ha registrato un live col suo ottetto (4 ottoni, basso, batteria, percussioni e piano, ospite Alexander Balanescu al violino) e il CD Sound of Africa (con A.Turchet, L.Grizzo e L.Colussi). SiSong è l’ultimo lavoro di Claudio, un DVD edito dalla Caligola Records e dal Comune di Roccella Jonica, sede del famoso Roccella Jazz Festival. Prossime date: il 5/11 piano-solo alla Casaccia, l’8/11 a Cividale-Agriturismo Terre Petrussa con la D.K. B.B., il 10/11 all'Arsenale di Cividale, l'11/11 a Udine per i 100 anni della Rivoluzione d’Ottobre.

***

La data al Porky's Blues Club di Porcia (un posticino ‘doc’) dell’Eliana Cargnelutti Trio ha fatto rivivere i migliori W.I.N.D., e non scherziamo. In attesa della prossima reunion del dirompente trio (Cargnelutti-Serafini-Bloisi), la bella Eliana ha attivato nuovi progetti: Miss Eliana in Rock (prossima data l’8/12 alla Tana del Luppolo) e Strange Kind Of Women, un originale Deep Purple Tribute tutto al femminile con Giorgia Colleluori, Paola Zadra, Ariane T. Mueller e Camilla Collet.

***

Il nuovo CD Blues EXplosion della Fabio Stevie Ulliana & Off Limits Band è stato presentato da Fabio su Riverberi Rai FVG in streaming, Juke Joint Garage Radio e Radio Spazio 103. Altri passaggi su Blues Magazine Radio (Olanda), Blues Radio Athens (Grecia), Sound Check Radio Imagine (Russia).

La Iatitaia BB sta lavorando al prossimo disco, in uscita nel 2018 (il 22/10 la I.B.B. al Bar Da Moroso-Codroipo, h. 20.00).

***

È uscito il libro di Fabio Rossi Rory Gallagher: il bluesman bianco con la camicia a quadri (Chinaski Ed.), la prima biografia italiana di Rory. La II edizione del Rory Gallagher:Italian Tribute Night si terrà l’8/12 all’Odeas Club di Bergamo, e iniziative analoghe si tengono in Grecia, Norvegia, Russia, Giappone… il Folk Club Buttrio l’ha organizzata nel 2015 a Reana, con la Jimi Barbiani Band e vari ospiti.

La J.B.B. sta lavorando a un video promozionale per il nuovo CD/Vinile in uscita Boogie Down The Road, che sarà presentato in un tour europeo nei primi mesi del 2018. Tutte le date su jimibarbianiband.com.

***

L’ 1/12 Dario Carnovale Trio (feat. S.Serafini e il drummer austriaco Klemens Marktl) all’Arsenale Jazz House di Cividale, locale che da un paio d’anni spicca a livello regionale per la ricca programmazione jazz.

***

In gennaio Fabio Drusin e Silver Bassi, la potente sezione ritmica degli indimenticabili W.I.N.D., saranno in tour in Gran Bretagna col bluesman nero Alvin Youngblood Hart.

***

Il jazz non è morto, ha solo un odore un po’ strano” è uno dei tanti caustici aforismi di Frank Vincent Zappa, che attualmente dirige un coro dodecafonico di angeli dissidenti e cherubini punk, con arpe elettriche metal e testi scurrili… ma si spera che sorrida benevolo alla buona musica che i nostri valenti artisti si ostinano a produrre. Anche quaggiù, qualcuno deve pur farlo.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti alla newsletter


Direttore responsabile: Piero Cargnelutti - Caporedattore: Piero Cargnelutti - Registrazione del Tribunale di Tolmezzo n. 141 dell'8/4/2003
Webmaster Lorenzo Tempesti | Grafica Francesca Luzzi
La redazione declina ogni responsabilità riguardo a errori o imprecisioni nelle informazioni riportate.
(C) 2000-2012 Associazione Musicologi c.f. e p.iva 02177400302 - Inviate le vostre segnalazioni a info@musicologi.com