LOGIN

Iscriviti per inserire eventi, foto, video



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
News Recensioni Interviste
Al via i corsi di musica dell'Associazione Musicologi
News
Scritto da Musicologi   
Giovedì 21 Settembre 2017 09:32


Corsi di Musica delle scuole dell'Associazione Musicologi


Dal 02 ottobre 2017 ripartono i corsi di musica presso le proprie sedi di Udine e Gemona del Friuli.

I corsi sono rivolti ai bambini dai 4 anni in su ed anche agli adulti e prevedono un immediato accostamento agli strumenti musicali che sono: pianoforte, batteria, fisarmonica, canto, chitarra, flauto dolce, ukulele, oboe, saxsofono assieme alla teoria e solfeggio e propedeutica musicale per i più piccoli.

Le iscrizioni per la scuola di Gemona del Friuli saranno nei pomeriggi di lunedì 25 settembre 2017 e giovedì 28 settembre 2017 mentre per la scuola di Udine ci troverete nei pomeriggi di martedì 26 settembre 2017 e venerdì 29 settembre 2017.

Inoltre da quest'anno il Coro Alpino “Monte Bernadia” di Tarcento, in collaborazione con l’Associazione Musicologi, apre la Scuola di Musica Alpina “Monte Bernadia”. L’intento è quello di offrire a tutti gli appassionati di musica, dai 3 ai 99 anni, corsi di educazione musicale relativi a vari strumenti, in particolar modo al canto. Il coro alpino “Monte Bernadia” si è costituito nell'anno 2000 per iniziativa di alcuni soci del gruppo ANA di Tarcento e deriva il suo nome dal Monte Bernadia, sito in prossimità del confine orientale del nostro paese. Il coro è sorto con l'intento di riscoprire i canti della tradizione alpina, popolari o d'autore ed ha già partecipato a diverse manifestazioni e rassegne corali sia in Friuli che altrove. Nell’anno 2017 il coro ha deciso di collaborare con l’associazione Musicologi, giovane realtà con pluriennale esperienza nel campo dell’educazione musicale, per la realizzazione di una vera e propria scuola di musica al fine di divulgare la cultura musicale e corale. Le iscrizioni sono aperte, vi aspettiamo sabato 23 settembre 2017 presso della Scuola di Musica Alpina “Monte Bernadia” di Tarcento (Fraz. Ciseriis) nei locali della Baita alpina in via Crosis, 20 (dietro alla scuola materna).

Per avere maggiori informazioni o dettagli sui nostri corsi potete contattarci al numero della segreteria dell’ass. Musicologi al 349-1899323. oppure cliccando su “Attività” sul sito internet www.musicologi.com.


Affrettatevi!!!

 
Lo spettacolo di Massimo Zamboni a novembre al Nuovo a Udine
News
Scritto da Musicologi   
Lunedì 18 Settembre 2017 18:17




Pankow Leningrad Togliattigrad, la Cortina di Ferro, il Muro, e poi ancora la Jugoslavia, la Cecoslovacchia... Nomi astratti, remoti come ricordi di scuola. Il Patto di Varsavia, la DDR, l'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche… cosa è rimasto nell'immaginario collettivo di quei mondi? Di quell'idea che ha fatto della liberazione dell'uomo dall'uomo uno dei suoi credo fondanti? “I Soviet + l’Elettricità” è uno spettacolo ideato e diretto da Massimo Zamboni – storico chitarrista e compositore di CCCP e CSI - dedicato al centenario della rivoluzione bolscevica del novembre 1917. Un comizio musicale che, attingendo al linguaggio, alle parole d’ordine e ai simboli del socialismo reale, evoca il mito infranto della rivoluzione: della rivolta degli oppressi, del potere agli operai e ai contadini, della società senza classi e senza sfruttamento dell’uomo sull’uomo. L’appuntamento è in programma il prossimo 15 novembre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine. I biglietti per lo spettacolo, organizzato da Zenit srl, in collaborazione con il Comune di Udine e il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, saranno in vendita a partire dalle 10.00 di sabato 16 settembre sul circuito Ticketone. Info, prezzi e punti vendita su www.azalea.it .

 

Nel secolo odierno quelle passioni accese dalla Rivoluzione d'Ottobre sono incagliate nei libri di storia, e forse l'unico modo sensato di riparlare oggi di CCCP, di ricordare la presa del Palazzo d'Inverno, è tornare a dar vita alle parole di allora, scontrandole con quelle dell'oggi, elaborandole in un testo drammaturgico moderno che non teme l'enfasi, l'utopia, ma nemmeno la disperazione. In “I Societ + l’Elettricità” sul palco dominano gli elementi classici dell'iconografia sovietica: il podio e le tribune d'onore. Strutture per cerimonie politiche, solenni e oppressive allo stesso tempo, dove i cantanti diventano oratori, i musicisti membri di un Partito, il gruppo musicale Apparato. Alle proiezioni filmate il compito di segnalare il momento storico e le sue possibili interpretazioni, al performer il ruolo di assumere i contrasti su di sé, lasciandoli esplodere. La struttura musicale, tratta in massima parte dal repertorio di CCCP-Fedeli alla Linea, cavalca la linea larghissima che congiunge la celebrazione allo sgomento, la scenografia ufficiale alla fragilità del singolo. Canzoni che scivolano le une nelle altre mescolandosi alla parola recitata, agli slogan, alle sonorizzazioni, alle performance, alle proiezioni. Nessun concerto rock ma una azione teatrale-musicale per una drammaturgia complessa e articolata, costituita in pieni e vuoti. Sarà tutto il '900 a trascorrere sul palco, attraverso la rievocazione, l'alternanza dei momenti più dolorosi (lo stalinismo, le dittature, la guerra in Afghanistan, nei Balcani) e più alti e solenni, a costituire una celebrazione dedicata all'ambizione che anima le vite degli uomini: quella di sentirsi uguali e padroni del proprio destino.


Sul palco assieme a Massimo Zamboni (voce e chitarra), ci saranno Angela Baraldi, Max Collini (voci), Danilo Fatur (performance), Simone Filippi (ritmiche), Simone Beneventi (timpani, vibrafono, ritmiche), Cristiano Roversi (tastiera, basso, programmazioni), Erik Montanari (chitarra). I visual sono curati da Carlo Cerri e Piergiorgio Casotti.

 

 
Torna la fiera del disco di Mortegliano
News
Scritto da Musicologi   
Lunedì 18 Settembre 2017 18:14

Torna la mitica FIERA del DISCO di MORTEGLIANO che si conferma, alla sua 30° edizione, sempre un appuntamento da non perdere per chi ama la musica e i dischi!


Si terrà domenica 1 ottobre presso la PALESTRA COMUNALE di MORTEGLIANO (UD) – Via Leonardo Da Vinci.

Orario al pubblico: ore 10.00 – 19.00 - INGRESSO LIBERO (bar interno, ampio parcheggio)

 

 
Nek a Lignano fra passato e presente
Recensione Concerto
Scritto da Silvia   
Lunedì 28 Agosto 2017 13:12




Martedì 22 Agosto all’Arena Alpe Adria di Lignano Sabbiadoro Nek ha concluso il suo Unici in Tour che lo ha visto calcare i palchi delle arene di tutta Italia.

Questo tour è un ottimo mix fra passato e presente del cantante di Sassuolo, incanta la platea con alcuni brani del suo ultimo album, ma anche i brani più famosi e conosciuti creando così un clima di partecipazione ed energia.

Inizia puntualissimo ed il suo ingresso viene accolto con un boato dal pubblico. Inizia subito con canzoni che tutti sanno, partono subito i cori. Se una regola c’è, Il Treno, Se io non avessi te sono stati suonati subito per scaldare la folla.

Nek parla con i suoi fan, cerca il contatto, vuole coinvolgere tutti sia attraverso le canzoni, ma anche attraverso discorsi che lui affronta lungo il concerto. Parla di violenza sulle donne e canta Nella stanza 26, parla dei fatti di Barcellona e intona Hey Dio, in un susseguirsi di brani e conversazioni con chi è venuto ad ascoltarlo. Il cantante romagnolo è accompagnato dalla sua inseparabile band: Emiliano Fantuzzi (chitarra, tastiere e programmazioni), Luciano Galloni (batteria), Chicco Gussoni (chitarra) e Lorenzo Poli (basso) che insieme realizzano un vero e proprio regalo a tutti coloro che sono intervenuti per ascoltare le canzoni.

Ci sono due momenti in cui Nek decide di suonare da solo, far conoscere al proprio pubblico le sue capacità non solo di cantante ma anche di musicista, prima suona il pianoforte (imparato da autodidatta) ed esegue brani in acustica poi con la chitarra. Il pubblico risponde benissimo a questi stimoli e crea con i telefonini un’atmosfera davvero particolare ricca di calore.

Non può mancare il brano che ha reso famoso Nek e sulle prime note di Laura non c’è il pubblico si scatena, tutti cantano e ballano. Lo stesso succede per Almeno stavolta e Fatti avanti amore che offrono a tutti motivo di scatenarsi.

Nek non delude mai, riesce a farti assaporare la buona musica, ti trascina in un suo percorso energetico, ti fa muovere e senti il ritmo vibrare dentro.

 
I Trivium di scena domani a Gradisca (GO)
News
Scritto da Musicologi   
Martedì 22 Agosto 2017 14:27



La grande musica e la solidarietà si incontrano nuovamente al Ciao Luca Festival di Gradisca d’Isonzo (Gorizia), appuntamento che ogni estate richiama migliaia di giovani nella cittadina dell’isontino. Appuntamento di punta dell’edizione 2017 è sicuramente quello in programma domani, mercoledì 23 agosto, con l’unica data estiva da headliner nel nostro paese di una delle metal band più amate e seguite al mondo: gli statunitensi Trivium. L’evento, ospitato al Parco del Castello di Gradisca d’Isonzo, è organizzato da Zenit srl e Associazione Totem, con il patrocinio del Comune di Gradisca d'Isonzo-Assessorato alla Cultura, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, l’Agenzia PromoTurismoFVG e Vertigo. I biglietti per l’atteso evento, che richiamerà molti fan anche da fuori regione dalle vicine Austria, Slovenia e Croazia, sono ancora in vendita nei punti autorizzati Ticketone e lo saranno anche alle biglietterie del concerto domani a partire dalle 18.00. Porte aperte alle 18.30, inizio concerti alle 20.00 con il support act dei Bury Tomorrow. Tutte le informazioni e i punti vendita autorizzati su www.azalea.it .



Scalpita il popolo metal del Friuli Venezia Giulia in vista dell’arrivo dei Trivium, gruppo metalcore con forti influenze thrash metal nato a Orlando, Florida, paladini della NWOAHM (“New Wave Of American Heavy Metal”), pronti a portare dal vivo in Europa il loro ultimo album “Silence In The Snow”, oltre ai brani che li hanno resi famosi nel panorama metal internazionale. L’esordio del gruppo arriva nel 1999; dopo alcuni cambi nella formazione, nei primi mesi del 2005 i Trivium vengono inseriti in un tour con gruppi del calibro di Machine Head, Iced Earth, Killswitch Engage e Fear Factory, venendo a contatto con nuovi stili musicali che influenzeranno i futuri progetti del gruppo. La band appare anche nell'album dedicato ai vent'anni dell'uscita di “Master of Puppets” dei Metallica, suonando per esso proprio l'omonima canzone. Nel giugno 2006 la band si esibisce anche al Download Festival al fianco dei Korn e degli stessi Metallica. La consacrazione mondiale arriva proprio in quell’anno con l’album “The Crusade”, che consacra i Trivium come una delle più importanti band thrash metal della scena internazionale. Il nome del gruppo deriva dall'omonimo termine latino trivium, che indicava l'incrocio tra le tre principali scuole di insegnamento: grammatica, retorica e dialettica. Sempre con il disco “The Crusade”, terzo lavoro in studio, la band ha ottenuto un ottimo piazzamento nella classifica Billboard 200, nella top 50 alla posizione 25. L’ultimo album in studio della band è “Silence in the snow”, pubblicato nell’ottobre 2015. Il disco segue il fortunato “Vengeance Falls”, album di grandissimo successo del 2013. I Trvium sono Matt Heafy (voce e chitarra), Corey Beaulieu (chitarra), l’italoamericano Paolo Grigoletto (basso) e Alex Bent (batteria).



Un grande risultato per il Ciao Luca Festival, maratona musicale benefica organizzata dai giovani e per i giovani, giunta ormai alla sedicesima edizione e dedicata dall'Associazione Totem alla memoria di Luca Zorzenon, un ragazzo gradiscano prematuramente scomparso nel 2001. Negli ultimi anni l’evento ha richiamato migliaia di spettatori avendo assunto ormai una caratura nazionale. Nella suggestiva cornice del Parco del Castello, nel cuore del centro storico di Gradisca, si sono esibiti, tra gli altri, artisti e gruppi del calibro di Creedence Clearwater Revived, Verdena, Casino Royale, gli svedesi Candlemass e Crucified Barbara, e ancora Rezophonic, Extrema, Elvenking, Pino Scotto, Sick Tamburo, MellowMood e molti altri. Negli anni l’Associazione Totem ha sostenuto, grazie ai concerti organizzati, numerosi progetti e realtà attive nel campo della solidarietà e di volontariato: Protezione Civile Regionale del FVG (per l’operato in Abruzzo nel periodo post sisma), Amref (per la costruzione di un pozzo in Kenya), FriulClaun (per la sua animazione ospedaliera in favore dei bimbi malati), Solidea (sostegno a pazienti ed anziani), Conquistando Escalones (per la ricerca su una rara malattia genetica), Associazione Donatori Organi, oltre che raccogliendo fondi per progetti benefici mirati e per l’attività di numerose associazioni animaliste come LAV o La Cuccia.



 

 
Soler applaudito a Lignano
Recensione Concerto
Scritto da Edoardo   
Mercoledì 16 Agosto 2017 15:07

Ad aprire la penultima serata del Lignano sunset festival 2017 l'11 agosto 2017 allo stadio Teghil è la giovanissima Sara Ciutto, che a soli 16 anni scioglie il ghiaccio a suon di successi pop internazionali regalando al pubblico un grande show accompagnata da ballerini professionisti coreografati da Marco Foltran e dai coristi Ally Martin, Barbra O'Brien e Marco Evans, vocal coach e direttore artistico della cantante. Sara, con la sua grinta, la sua presenza scenica e la sua incredibile bravura vocale è riuscita a coinvolgere il pubblico, che ha cantato e saltato a tempo di musica per tutta l'esibizione. Grandi applausi per questa ragazza , che alla sua giovane età è riuscita a confrontarsi con un palco così importante conquistandolo con successo. Con il suo ultimo singolo "Meteors", scritto dagli autori Riccardo Brizi e Andrea Risi, arrangiata da Alessandro Maffei e Marco Strada dello studio Seed of music, Sara Ciutto lascia il palco al cantautore Ermal Meta affianato dalla propria band. "Odio le favole", uno dei suoi brani più celebri, è il prescelto per l'apertura del suo live. Dopo essersi esibito con "Pezzo di paradiso", "Lettera a mio padre", "Gravita con me ", Ermal incanta e fermenta il pubblico con "Piccola Anima" incisa con la collega cantante Elisa. In scaletta anche "Paradiso", l'allegra e ritmata "Bob Marley", "Voodoo love", un pezzo che parla d'innamoramento, "Volevo dirti", "A parte te", canzone già incisa nel 2014 dal rapper Moreno in collaborazione con Fiorella Mannoia. Notiamo l'indole poetica del cantautore ascoltando le spiegazioni fatte da lui stesso che introducono ogni canzone. "Cos'è vietato fare ?!" Alla risposta urlante del pubblico "Morire" parte l'omonimo brano "Vietato morire", con cui si è aggiudicato il premio della critica durante l'ultimo Festival di Sanremo.


Contro le previsioni Ermal, dimostratosi molto amato dal pubblico, continua la sua performance con "Voce del verbo", "Rien ne va plus", concludendo poi il suo show con "Straordinario", pezzo scritto originariamente per la cantante Chiara. Intanto, sceso il buio, il prato e la tribuna si sono riempiti in attesa dell'acclamatissimo protagonista della serata, Alvaro Soler. Un cambio di palco, tutto è pronto ma una troppo lunga attesa infastidisce visibilmente il pubblico, all'arrivo del giovane artista spagnolo, però, è subito festa, inizio con il botto, adulti e bambini si scatenano a ritmo della sua "Animal", il tutto accompagnato da una vera e propria atmosfera latina data dai musicisti, in particolare dalla presenza di un trombettista e di un percussionista. È tempo di annunci, l'album di Alvaro Soler "Eterno Agosto" è stato il più venduto in Italia quest' anno, non poteva quindi mancare questa sera l'omonimo singolo, cantato sorretto per tutto il tempo dal coro dei fan. Punto di forza del concerto è sicuramente l'interazione continua con il pubblico, il cantante spiega infatti l'importanza della famiglia nella propria vita a seguito dell'esibizione di "Lucia", canzone dedicata appunto alla sorella. Dilettandosi con la chitarra, Alvaro, intrattiene il pubblico con una serie di cover, (forse a giustificare la mancanza di materiale proprio.) I musicisti lasciano il palco lasciandoci ad un momento più intimo con l'artista che si esibisce in una versione acustica della nota "El Mismo Sol" esortando la gente a cantare assieme a lui. Tra i continui ringraziamenti al pubblico per il sostegno che da a lui e alla sua musica c'è anche "Sofia" tormentone dell'estate 2016. A sorpresa, appare sul palcoscenico una giovane ragazza che affianca Alvaro nella performance di "Libre", brano inciso con la cantante Emma Marrone. La nuova canzone di Soler, scritta con Morante è anche l'esibizione più attesa della serata, colonna sonora del nuovo film di Cattivissimo Me in uscita nelle sale, "Yo contigo, tu conmigo" fa infatti impazzire la folla e fa partire un simpatico botta e risposta con essa a colpi di vocalizzi. Il concerto sembra essere finito ma il pubblico richiama a grande voce l'artista sul palco, Alvaro Soler si esibisce così in una versione unplugged di "El camino", di nuovo assieme alla sua band si esibisce con "Cuando Volveràs" per poi finire esibendosi nuovamente con la canzone che l'ha portato al successo "El mismo Sol", si chiude così questa piacevole serata del Lignano sunset festival 2017.

 
Alvaro Soler e Ermal Meta a Lignano Sabbiadoro (UD)
News
Scritto da Musicologi   
Giovedì 10 Agosto 2017 13:55




Alvaro Soler e Ermal Meta, fra i più interessanti nomi della scena internazionale il primo, apprezzatissimo autore e cantautore della scena italiana il secondo, saranno i protagonisti di un imperdibile doppio concerto live per l’ultimo grande appuntamento del Lignano Sunset Festival, rassegna che ha già visto nei giorni scorsi i concerti di The Offspring e l’evento Random Una Festa a Caso, e che si avvia ora a chiudere in bellezza la sua prima edizione. L’evento di chiusura con Soler e Meta, organizzato da Città di Lignano Sabbiadoro e Sunset Events srl, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, l’Agenzia PromoTurismoFVG, è in programma domani, venerdì 11 agosto, allo Stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro.


Ma veniamo ad alcune informazioni utili per i tanti che raggiungeranno Lignano per il concerto. I biglietti sono ancora disponibili nei punti vendita autorizzati Ticketone e lo saranno anche alla biglietteria del concerto domani dalle 17.00. Le porte dello stadio apriranno alle 19.00, in attesa della prima esibizione, quella della giovane latisanese Sara Ciutto, a partire dalle 20.00. Alle 20.50 sarà Ermal Meta a salire sul palco, primo atteso headliner della serata. A seguire toccherà a Alvaro Soler far cantare e ballare il pubblico dello Stadio Teghil. Tutte le info su www.azalea.it .

 

Alvaro Soler è fra gli artisti che più si sono messi in evidenza negli ultimi anni. Durante il tour estivo presenterà live i brani del suo disco “Eterno Agosto”, certificato “oro” in Italia. Oltre ai successi “El Mismo Sol” (5 dischi di Platino e la vittoria al Coca Cola Summer Festival 2015), “Sofia” (7 dischi di Platino, vittoria di tappa al Coca Cola Summer Festival 2016) e “Libre” insieme ad Emma Marrone (Platino), anche il nuovo singolo “Animal”. A soli 26 anni Alvaro Soler può vantare 36 dischi d’Oro e di Platino in tutto il mondo e 200 milioni di stream a cui si aggiungono le visualizzazioni su YouTube e Vevo dove i suoi video hanno collezionato oltre 450 milioni di views. Figlio di genitori tedeschi e spagnoli, Alvaro Soler è cresciuto tra Barcellona, Tokyo e Berlino, città in cui vive. Il suo bagaglio culturale e personale lo ha portato a sperimentare sempre, mixando i ritmi gioiosi spagnoli, il minimalismo giapponese e i suoni urban berlinesi.

 

Ermal Meta, autore, produttore, polistrumentista e cantante, è l’ex frontman de La Fame Di Camilla. L’artista si è aggiudicato il terzo posto a Sanremo 2016 tra le nuove proposte con “Odio Le Favole”, tratto dal suo primo album da solista “Umano”. L’estate 2016 ha visto Ermal Meta esibirsi in alcune fra le cornici più prestigiose d’Italia, mentre in autunno, con “Umano Tour”, ha toccato i maggiori club italiani, accompagnato dalle note del più recente singolo, “Gravita Con Me”. A febbraio 2017, Ermal Meta partecipa a Sanremo tra i Big col brano “Vietato Morire”, aggiudicandosi il terzo posto oltre al Premio Critica Mia Martini ed al Premio per la miglior cover con “Amara Terra Mia” di Domenico Modugno. Come autore Ermal Meta ha firmato testi per i più importanti artisti italiani come Marco Mengoni, Francesco Renga, Emma Marrone, Annalisa Scarrone, Chiara Galiazzo, Patty Pravo (con cui ha duettato), Clementino, Francesco Sarcina (al cui disco ha lavorato anche in qualità di produttore e arrangiatore), Lorenzo Fragola ed Elodie. Il suo brano “Big Boy” ha portato poi Sergio Sylvestre, alla vittoria ad “Amici”, programma del quale è attualmente apprezzatissimo giudice.

In apertura di serata spazio anche a una giovane proposta del nostro territorio, la latisanese Sara Ciutto. Classe 2000, ha all’attivo due singoli “Tutti i desideri” e “Dimmi come stai”.

 

Prossimo grande evento allo Stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro sarà il 14 agosto con l’happening di musica elettronica e EDM dal titolo Summer Adventure by Wish, protagonisti i migliori dj al mondo, tra cui Martin Garrix, numero uno iridato nella classifica Dj Mag. Biglietti in vendita, info su www.azalea.it .

 

 

 

 
Doppia fucilata metal al Festival di Majano con Amon Amarth e Arch Enemy
Recensione Concerto
Scritto da Edoardo   
Giovedì 10 Agosto 2017 13:52




Lunedì 07 agosto 2017 allo stadio comunale di Majano, in occasione delle sagra si tiene il Summer Days in Rock, festival che ospita gruppi di fama internazionale. La serata propone una doppia fucilata di metal sparata da Arch Enemy e Amon Amarth co-headliner dell’evento.

E’ il crepuscolo e svizzeri alle ventuno in punto partono gli Arch Enemy capitanati dalla splendida Alissa White-Gluz dalla chioma blu ed è immediata frenesia. La potenza vocale che la frontwoman riesce a trasmettere è pazzesca e sebbene la folla non sia numerosissima, rimane comunque compatta e segue con trasporto i pezzi che scorrono uno dietro l’altro con tempi tecnici calcolati minuziosamente. La precisione della sezione ritmica in particolare di Jeff Loomis e Michael Amott è matematica, le armonizzazioni e il sound decisamente impeccabile realizzato dai fonici in servizio, fanno sì che sembri di ascoltare un disco in cuffia pur mantenendo la grinta del live.


I quaranta minuti del live volano e la band lascia spazio agli Amon Amarth, melodic death metal da Stoccolma. Sebbene sembri impossibile superare la scenografia che il primo gruppo ha realizzato sul palco, gli svedesi si presentano con un enorme elmo vichingo che sostiene la struttura della batteria e due scalinate che portano ai lati. Sono immediatamente cannonate, e nonostante la precisione della band sia inferiore rispetto al gruppo che li ha preceduti il coinvolgimento che crea è unico. Il live è martellante, l’enorme sipario dietro il batterista cambia continuamente immagini tratte dalla mitologia norrena che accompagnano lo scorrere dei pezzi, sul palco intermezzi e combattimenti tra vichinghi con asce, lance, spade e scudi fino all’ultimo sangue, sembra di combattere una vera gloriosa guerra con l’aiuto degli Dei del Nord. Il gran finale con il cantante che combatte con il martello di Thor il serpente Jǫrmungrandr.

Grande saluto di tutta la band e brindisi con il pubblico alzando al cielo i corni potori e un invito a rivedersi molto presto.

 

 
I Rival Sons stasera a Majano (UD)
News
Scritto da Musicologi   
Martedì 08 Agosto 2017 14:38




Secondo e ultimo appuntamento per i Summer Days in Rock, in programma stasera, martedì 8 agosto, al Festival di Majano. Dopo l’inizio a tinte heavy metal con Amon Amarth e Arch Enemy, il grande rock torna protagonista con il concerto degli statunitensi Rival Sons, gruppo apprezzato a livello internazionale per un sound unico, che travalica i generi blues e soul. Ad aprire la serata ci sarà un support act d’eccezione. Sul palco dell’area concerti una delle novità rock più promettenti del nostro paese, i MotelNoire. I biglietti per il concerto sono ancora in vendita nei punti autorizzati Ticketone e lo saranno anche alle casse del concerto domani sera dalle 19.00. Porte aperte dalle 19.30, inizio spettacolo alle 21.00. (Info su www.azalea.it).



I Rival Sons sono un gruppo rock blues statunitense nato nel 2008, composto dal chitarrista Scott Holiday, dal batterista Mike Miley e dal bassista Robin Eberhart. Li abbiamo visti come eccellente spalla al tour d’addio di Black Sabbath, li abbiamo rivisti dominare l’Alcatraz di Milano lo scorso febbraio, ora la band californiana torna in Europa per affrontare un nuovo imponente tour estivo. Amatissimi dal pubblico per show pieni di pura adrenalina, fra riff stoner e attitudine prettamente rock fra Kyuss, Led Zeppelin e Queens Of The Stone Age, regaleranno una serata da ricordare al pubblico dei Summer Days in Rock del Festival di Majano.

Il progetto MotelNoire nasce dall’incontro di Domenico “Nik" Castaldi (chitarrista), Christian “Kris" Del Giudice (cantante) ed Enrico “Enrik” Tantussi (percussionista/batterista) nel 1999 nelle periferie di Milano.

A distanza di anni, impiegati nel mondo del professionismo, completano la formazione con Danilo Di Lorenzo (tastiere/programmazione), Eugenio Ventimiglia (batterista), Tony Corizia (bassista) e decidono di racchiudere tutto il loro passato in un sogno presente, l’album “On TV”, che ascolteremo domani sera a Majano. Fra i prossimi spettacoli al Festival di Majano i concerti a ingresso libero di Omar Pedrini (13 agosto) e del tributo a ai Pink Floyd dei Pink Sonic (14 agosto). Per consultare il programma del Festival di Majano consultare il sito www.promajano.it .

 
Amon Amarth e Arch Enemy, di scena domani al Festival di Majano
News
Scritto da Musicologi   
Domenica 06 Agosto 2017 11:44

Dopo lo strepitoso concerto dei Litfiba e la notte rap di Salmo, il grande heavy metal torna protagonista al Festival di Majano con un doppio imperdibile live in programma domani, lunedì 7 agosto. Sul palco dell’area concerti due pesi massimi di questo genere, gli Amon Amarth, band death metal svedese, e gli Arch Enemy, gruppo melodic death metal, anch’esso svedese, che scateneranno il pubblico in quello che è il primo appuntamento della due giorni denominata Summer Days in Rock al Festival di Majano. I biglietti sono ancora disponibili nei punti vendita Ticketone e lo saranno anche alla biglietteria del concerto, domani dalle 18.30. Le porte al pubblico apriranno alle 19.30 in attesa dell’esibizione degli Arch Enemy, a partire dalle 21.00. A seguire l’atteso live degli Amon Amarth. Info su www.azalea.it .



Gli Amon Amarth, sono pronti a tornare live in Italia. Nati nel 1988 nei sobborghi di Stoccolma con il nome di Scum, adottano nel 1992 l’attuale nome in omaggio alla letteratura di J.R.R Tolkien, in lingua Sindarin significa infatti Monte Fato. La band ha pubblicato 10 album di studio tra i quali “The Avenger” e “The Crusher” che contiene la super hit “Masters of War”. Gli ultimi album pubblicati sono “Surtur Rising” del 2011, “Deceiver of the Gods” e “Jomsviking” del 2016. Gli Arch Enemy, gruppo melodic death metal svedese, attualmente in studio per registrare il nuovo album in uscita a settembre, nascono nel 1995 dai fratelli Michael e Christopher Amott. Hanno pubblicato 14 album di cui 10 di studio, una raccolta e 3 live. Con il primo LP “Black Earth” la band si fece conoscere sul mercato europeo e giapponese, ma fu senza dubbio con il secondo album “Stigmata” che raggiunsero il successo mondiale. A guidare l’attuale formazione della band la carismatica front girl Alissa White-Gluz, considerata fra le donne più belle del metal, oltre che fra le più brave.



Il secondo grande appuntamento dei Summer Days in Rock al Festival di Majano vedrà protagonisti, martedì 8 agosto, i Rival Sons, rock band americana che ha conquistato il pubblico internazionale con show pieni di pura adrenalina, fra riff stoner e attitudine prettamente rock fra Kyuss, Led Zeppelin e Queens Of The Stone Age. Il concerto sarà aperto dai MotelNoire, band autentica promessa della scena rock italiana.

Tre strepitose band per una due giorni di fuoco al Festival di Majano, che si conferma come uno fra gli appuntamenti più attesi dell’estate musicale a Nordest, capace ogni anno di richiamare migliaia di persone anche da fuori regione e dalle vicine Austria, Slovenia e Croazia. Per consultare tutto il programma del festival visitare il sito www.promajano.it .

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 293

Iscriviti alla newsletter


Direttore responsabile: Piero Cargnelutti - Caporedattore: Piero Cargnelutti - Registrazione del Tribunale di Tolmezzo n. 141 dell'8/4/2003
Webmaster Lorenzo Tempesti | Grafica Francesca Luzzi
La redazione declina ogni responsabilità riguardo a errori o imprecisioni nelle informazioni riportate.
(C) 2000-2012 Associazione Musicologi c.f. e p.iva 02177400302 - Inviate le vostre segnalazioni a info@musicologi.com